TRACCE DI ESISTENZA

La Venezia che amo è quella lontana dagli stereotipi, quella delle calli meno frequentate e quindi più autentiche. Una Venezia nascosta, dove l'umanità è quasi assente, emerge soltanto grazie alla presenza di resti, oggetti d'uso quotidiano, testimoni inconsapevoli del desiderio di un vivere appartato che rifugge sempre più il caos e si rifugia nella propria intimità.  

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom