Corrispondenze. Da Ravenna a Vincent City per colpa del mosaico

December 27, 2017

1/1
Please reload

Copyright © 2016 All rights reserved 
  • Grey Instagram Icon
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon

ANATOMIE

Sinfonie visive di luoghi di transizione

 

Con questa esperienza sento di avere acquisito maggiore consapevolezza di ciò che amo mettere in luce. Nuove chiavi di lettura e nuovi significati si sono rivelati nelle immagini, assieme a frattali, geometrie, forme e colori. Mi sono accorta che la ricerca di segni grafici è una costante nel mio guardare. Come in una partitura essi hanno un ritmo e un suono: il suono dei luoghi industriali, dei non-luoghi di passaggio cui in genere non prestiamo attenzione. 

Anatomie è un laboratorio on-line organizzato da Silvia Bigi, nell’ambito del progetto Percorsi Foto-sensibili.

 

Anatomie è un'esperienza fotografica che vuole scavare più a fondo nella realtà e esplorare i confini dell’immagine.

Con Anatomie i partecipanti continuano a sfidarsi a vedere oltre la superficie delle cose, in cerca di significati universali. Ognuno ha sperimentato, attraverso la propria storia, l'esperienza del "vedere" le cose prima di fotografarle, e parallelamente di vedere dentro le immagini solo dopo averle realizzate (a volte inconsapevolmente) come fossero veri e propri rompicapo.

Il tema di Anatomie 2016 è stato il frattale.