Corrispondenze. Da Ravenna a Vincent City per colpa del mosaico

December 27, 2017

1/1
Please reload

Copyright © 2016 All rights reserved 
  • Grey Instagram Icon
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon

La ricetta della felicità. Villa De Donatis Charming Guest House. Benvenuti al Sud!

October 24, 2017

La Puglia dicono sia uno stato d’animo. Non mi ci è voluto molto per scoprirlo, sono stati sufficienti 4 giorni in una location da sogno.

 

1/5

 

 

 

 

Villa De Donatis è un angolo di paradiso nel cuore del Salento. La Villa, infatti, è situata sule colline di Casarano, a 160 metri  sul livello del mare, in una posizione privilegiata perché equidistante dal Mare Adriatico e dal Mar Jonio.

Dalla Villa, immersa nella macchia mediterranea, si gode una vista mozzafiato su tutta la campagna circostante.

 

1/8

 

Villa De Donatis è Agnese De Donatis, la padrona di casa, che ha trasformato nel giro di pochi mesi, ma con grande tenacia e caparbietà, quella che era la dimora di famiglia in uno splendido resort dove ospitalità, calore e bellezza si fondono in una combinazione esclusiva.

 

L’obiettivo di Agnese è quello di far sentire i suoi ospiti accolti, coccolati, a loro agio, senza essere mai invadente o ingombrante.

 

 

 

“Dove si trova la felicità? Nei posti belli, nelle tovaglie di fiandra, nei vini buoni, nelle persone gentili”.

 

La felicità si trova nelle piccole cose e a casa di Agnese è impossibile essere infelici, basta affacciarsi a una delle grandi vetrate della Villa e respirare il senso di infinito per riconciliarsi con se stessi.

 

Perché il benessere inizia sempre dagli occhi per poi arrivare al cuore. 

 

 

 

1/3

 

La cucina è il cuore della casa, il regno di Agnese, da lì si irradia tutta la sua grazia e la sua arte. Da cuoca esperta qual è, Agnese ogni mattina vizia i suoi ospiti con colazioni da sogno reinterpretando antiche ricette di famiglia e utilizzando i prodotti dell’orto della Villa o dei contadini locali affinché tutto sia rigorosamente made in Salento. Anche il caffè viene preparato al momento con la Moka, celebrando così un rito tutto italiano.

 

 

1/4

A Villa De Donatis, inoltre, ogni mese si organizzano corsi di cucina che, seguendo le stagioni, mirano a trasmettere ai partecipanti le tradizioni della terra salentina ricca di sane abitudini alimentari, proponendo ricette in grado di stimolare la curiosità e la percezione sensoriale di quanti vorranno “mettere le mani in pasta”. Non è necessario essere degli esperti, è sufficiente essere curiosi.

 

Agnese mi ha tanto ricordato la protagonista di uno dei miei film preferiti “Il pranzo di Babette”, un vero capolavoro di grazia, in cui la protagonista è una cuoca di Parigi che decide di investire i soldi di una vincita alla lotteria per organizzare un sontuoso pranzo alla francese per l’austera e bigotta comunità di amici danesi presso cui si è rifugiata dopo la perdita della famiglia.

 

 

 

Il pranzo che Babette organizza è al di fuori di ogni abitudine sensoriale ed emozionale per gli abitanti del villaggio. Babette introduce la passione, le emozioni e il gusto per il bello attraverso questo pranzo che cambierà il destino del villaggio e dei suoi abitanti. E nonostante Babette spenda tutti i soldi della vincita per realizzare il sontuoso pranzo si ritrova più ricca di prima perché ha potuto realizzare ciò che è più importante per un artista: esprimersi al meglio. E un artista non è mai povero.

 

Agnese è un po’ come Babette, i suoi commensali non possono che rimanere sedotti ed inebriati dalla sua cucina. Quindi, se vi recate in Salento non vi resta che provarla!

 

“Il più bel dono è il tuo essere più autentico, dunque non tradire la tua arte e dai il meglio che puoi”.

 

1/4

Da Villa De Donatis si raggiungono facilmente le principali località del Salento: Lecce, Gallipoli, Leuca, Santa Cesarea Terme, Castro, Specchia, Otranto, Monopoli, Ostuni, Polignano a Mare.

 

La parte più bella del Salento è quella che non si racconta attraverso una fotografia. È il calore e l’ospitalità della gente del Sud, è il profumo del vento che sa di mare, è il colore della pietra leccese che riscalda e illumina i vicoli e le piazze ed è il sapore del cibo che non ti rende mai sazio.

 

 

 

 

 

 

 

Please reload